Che cosa È Davvero Come Essere una Senzatetto nel Vostro 20s

Le persone senza dimora, in una miriade di modi e hanno di gran lunga diverse esperienze con i senzatetto a seconda della loro posizione, della salute e delle connessioni. Questo è uno di una serie di interviste con i senzatetto ventenni circa le loro esperienze personali.

All”età di 15 anni, Sarah* di sua madre a Los Angeles casa sensazione indesiderati e trovando troppo doloroso continuare a vivere a casa. Ha trascorso anni di vita con gli amici, fidanzati, e nella sua auto, mentre si cerca di andare a scuola di commercio e di trovare un lavoro. 26, finalmente sentirsi meglio con il proprio posto nel mondo, anche se lei è ancora senza fissa dimora e in difficoltà. Parla con lei Cosmopolitan.com circa la sua esperienza di essere un senzatetto nel suo primi anni ” 20.

Ho lasciato a casa per un sacco di motivi. Mia madre stava attraversando un momento difficile, perché il suo partner omosessuale è morto da poco, ed è stato veramente difficile su di noi e cambiato molto tra di noi. Penso anche che lei stava usando droga in quel momento, era nel suo mondo e non hanno tempo per me. Lei in realtà non si cura di ciò che ho fatto o dove mi trovavo.

La mia decisione di spostare fuori era davvero impulsivo, ma mi sentivo davvero arrabbiato e mi sentivo come se non mi lasciare, vorrei solo essere bloccato con qualcuno che non mi ama. Ho anche un appuntamento con qualcuno. Siamo stati insieme per quasi quattro anni, e ho passato un po ” di vita con lui e la sua famiglia. Ho alternato tra il vivere con gli amici e anche con mio cugino. Fondamentalmente ero in viaggio in giro e non “dorme per strada” senza tetto, ma in un modo, ancora una specie di senzatetto. Ho soggiornato in alta scuola per un po”, ma quando avevo quasi 17 anni, ho completamente abbandonato la scuola superiore.

Dopo un anno e mezzo, il mio fidanzato, i genitori hanno detto di non approvare che avevo lasciato a casa a un”età così giovane e ha fatto tutto ciò che volevo, e non mi permetteva più stare lì. Che è stato davvero difficile. Siamo ancora tenuti incontri, ma è stato davvero duro sbattuto fuori di casa sua. Inoltre, la sua famiglia e di tutti gli altri ha iniziato davvero a influenzare lui dicendogli che non dovrebbe essere con me, e così ci siamo lasciati.

La datazione è stato difficile perché ho passato un sacco e ho avuto paura per davvero rivelare tutto a lui.

Così mi sono spostato e deciso che avrei voluto trovare io. Avevo quasi 18 anni, a quel tempo, e ha cercato di tornare a scuola per ottenere il mio diploma di scuola superiore, a Venezia o a Culver City a loro per adulti scuole superiori, ma non è mai durato molto perché non avevo un posto dove stare. Mi trovavo con gli amici, ma che non mi ha permesso davvero di rimanere per lunghi periodi di tempo. Ho iniziato a rimbalzare di programmi diversi per cercare di ottenere il mio diploma di scuola superiore. Un anno più tardi, quando avevo 19 anni, ho ricollegato con un ragazzo che avevo conosciuto quando avevo 15 anni e abbiamo iniziato a frequentarci e ho finito per vivere con lui. Stavo cercando di aiutare me e la cura di più su di me, ma ero ancora nervoso per la convivenza, perché era ancora di veramente nuovo.

La datazione è stato difficile perché ho passato un sacco e ho avuto paura per davvero rivelare tutto a lui. Veniva da una grande famiglia e che aveva un fratello e una sorella e una madre e un padre, e vivevano in una casa. Non ho mai avuto niente di simile. Ma era veramente aperta e quando ho incontrato i suoi genitori, erano davvero capire anche a me. Mi sono sentito veramente amato e accettato. Ma ho davvero paura perché ho continuato a sentire come stavo andando a fare qualcosa di sbagliato, perché non sapevo come interagire con persone di questo tipo. E sapevo che, se ci siamo lasciati, io non sono nessuno o dove andare.

Ero anche un po ” di stupore per il fatto che qualcuno in realtà voleva, si sa, essere con me, nonostante la dove sono stato. E lui mi ha visto per me e ci siamo innamorati. Alla fine ci siamo fidanzati e sono stato davvero felice di questo. Avevo a che fare con la mia depressione, perché non avevo mai avuto qualcuno a prendersi cura di me, come ha fatto lui, non avrei mai pensato che felice, e io avevo paura che stavo per perdere. Ho detto al mio fidanzato che mi diceva che avevo bisogno di parlare con un terapeuta. Era sempre in cerca di mio interesse, ma era anche l”unica persona che ho avuto in vita mia. Io in realtà non hanno una mamma, non ho avuto un papà o chiunque che potrebbe, come confidente, oltre a lui, e ha pensato che era troppa pressione per mettere su di lui. E sapevo che era troppo. Infine mi ha detto che non poteva fare più niente, e io continuavo a dirgli “sto cercando, si prega di non lasciare solo in questa relazione!” Si sa, “Abbiamo voluto essere insieme, siamo fidanzati! Perché sta succedendo questo?”

A destra prima del mio 21 ° compleanno, abbiamo rotto completamente, così ho ho impacchettato la mia auto con tutto quello che aveva e vissuto. E ” stato davvero difficile perché odiavo che mi sarei fatto sentire così e che non riuscivo nemmeno a parlare con lui su di esso in seguito. E ” stato appena fatto e non ho avuto nessuno. Non sapevo cosa fare, e onestamente, che era la prima volta da quando avevo 15 che ho avuto pensieri suicidi.

A volte vorrei chiamare mia mamma, ma io non sempre hanno un telefono in giro, così ho
sarebbe quella di chiamare lei e cercando di ottenere una sospensione di lei. Non volevo che lei ti preoccupare, perché ho fatto la cura
su di lei e la amava, ma non sapevo come trattare con lei. A volte mi piacerebbe provare a essere onesto con lei e dirle che non volevo vivere con qualcuno che aveva un coinvolgente personalità. Ma credo che lei era solo la smentita su quanto male le cose fossero davvero per me e tra di noi. Al tempo stesso, in fondo, volevo vivere con lei, perché mi sentivo come se avessi bisogno di lei, ma non sapevo come fare. E ” stato davvero, davvero difficile.

Ho cercato di non rimanere nei rifugi perché c”erano gli uomini più anziani, c”è chi mi ha fatto sentire a disagio, quindi è stato difficile trovare luoghi di doccia.

Essere una donna e senza fissa dimora è stato fortunatamente un po ” più facile per me quando mi trovavo con persone perché di solito le donne, così se ho bisogno di un tampone o un qualcosa che di solito aveva una. Mi piacerebbe collezionarle ogni volta mi piacerebbe venire attraverso di loro. Allo stesso tempo, il mio periodo, in generale, era una sorta di irregolare, tanto che a volte non ho bisogno di assorbenti interni che di mese in mese. Che è stato davvero utile, ma sono andato al medico circa i miei periodi irregolari comunque, perché io sapevo che era qualcosa che avevo bisogno di prendersi cura di. Hanno prescritto il controllo delle nascite per me per regolare la mia periodi e che ha aiutato molto. Fortunatamente, ero ancora al di sotto di mia mamma di assicurazione sanitaria fino a quando avevo 21 anni. Ora, io non andare dal medico, che spesso, e se lo faccio, mi basta andare alla clinica gratuita. Soprattutto cerco di prendermi cura di me stessa in modo che io non ammalarsi, perché io davvero non voglio andare al pronto soccorso a farmi pagare.

Se i miei cugini o qualcuno vicino non sono cose di cui ho bisogno, vorrei rubare. Io non vorrei mai rubare soldi o da persone direttamente, in quanto moralmente penso che è solo sbagliato, ma se ho davvero bisogno di qualcosa, io andavo a prendere da un negozio. Perché non c”era altro modo. Niente di grosso, ma se ho bisogno di calze, biancheria intima, pastiglie, o la medicina se ero malato, e non potevo permettermi, vorrei prendere.

Mi piacerebbe provare il mio meglio per fare i soldi per comprare loro, ma la maggior parte dei lavori che ho applicato non erano OK con il fatto che non sono abitazione principale o che ho abbandonato la scuola superiore. Stavo cercando di fare tutto il possibile per aiutare me stesso e prendere dispari di posti di lavoro, anche se mi sentivo ancora un po ” perso.

Ho vissuto nella mia auto per un anno, quando avevo 21 alle 22. Ho fatto amicizia con alcune belle persone che erano rimaste senza casa, e ci sono stati tutti i tipi di aiutare e proteggere la vicenda. Ho cercato di non rimanere nei rifugi perché c”erano gli uomini più anziani, c”è chi mi ha fatto sentire a disagio, quindi è stato difficile trovare luoghi di doccia. Mi piacerebbe, a volte, andare al centro commerciale e di usare il loro bagno o comprarmi salviette e prendere un birdbath. Ho sempre cercato di tenermi pulito, perché sapevo che era importante non solo per essere presentabile in apparenza, per altre persone, ma anche per se stessi.

Ho finalmente iniziato ad andare alla scuola di commercio a 22. Ho avuto un aiuto finanziario, che ha pagato per la maggior parte di esso, e sto lentamente pagare il resto. Quell”anno ho anche tornato in contatto con mia madre e io le ho detto che volevo vedere lei e lei ha accettato. Lei era davvero felice di vedere me, così io le ho detto che ho iniziato il mio commercio di scuola, e lei ha detto, “Bene, perché non rimani qui?” Una volta che ho iniziato a stare con lei e andare a scuola, mi sono sentito più tranquillo. Mi sentivo come se potessi stare di nuovo con lei e che sarebbe OK, perché stavamo cercando di lavorare il nostro rapporto.

Ero così abituato a non davvero di stare in un posto, così a volte che vorresti fastidio a mia madre che andavo in giro un sacco e non era mai a casa. Che avrebbe frustrato di me, perché ero come, “ho fatto questo per tutta la mia adolescenza e in realtà non hanno un problema con esso, ma ora che ho 22 anni, che si desidera bloccare su di me e la trappola dentro di me.” Così alcuni problemi ha iniziato a venire e lei stava vedendo qualcuno che non mi piace affatto, e lei mi ha detto, “Se non ti piace, puoi andare.” Così ho lasciato di nuovo. Vivevo nella mia macchina di nuovo e di vivere con mio cugino. Sono tornato a vivere con lei di nuovo, dopo tre mesi perché volevo davvero lavorare con lei, ma non ultimo.

La gente in realtà non hanno molta simpatia per le persone senza fissa dimora. Le persone mi dicevano: “Oh, andare a prendere un posto di lavoro,” e vorrei essere come, “Tu non sai la mia storia.”

Negli ultimi anni, sono stati principalmente di vivere la mia auto o in tenda a Malibu o con gli amici. Recentemente ho compiuto 26 anni e mi sono laureata in commercio della scuola con il massimo dei voti ed ho lavorato come assistente dentale. Sono stato davvero felice di questo, ma ha anche avuto difficoltà a trovare un lavoro abbastanza. Ogni volta che ho provato ad applicare da qualche parte, hanno bisogno di un sacco di esperienza che non ho. Ho anche lavorato in una toelettatura per cani, luogo per un po ” e ho cercato di vendere l”arte in gallerie, ho cercato di vendere l”arte sul lungomare di Venice, ho provato a venderlo in un sacco di posti. Ho appena finito di web design di codifica programma (che è gratuito per le donne in stato di bisogno attraverso di San Giuseppe Centro), così ora sto facendo il web design, che è davvero bello.

La gente in realtà non hanno molta simpatia per le persone senza fissa dimora. Un sacco di volte quando ero in strada accattonaggio, le persone mi dicono: “Oh, andare a prendere un posto di lavoro,” e io, “Tu non sai la mia storia. Non sai cosa ho passato. Non sai che sono stato a scuola e quali sono i lavori che ho avuto io. Adesso questo è il mio lavoro, perché non ho nulla.” C”è un sacco di giudizio. Mi preoccupo, ma cerco di non mente perché il loro parere non importa, alla fine.

In generale, sto cercando di fare di tutto per me, adesso. Sto diventando il mio migliore amico, e quella è stata la cosa più difficile: veramente cercando di come e amare me stesso, ogni giorno, e di darmi ciò di cui ho bisogno e che non ho mai avuto una ragazza adolescente. Non ho mai cura su di me
perché non ho mai veramente sono le persone che si prendevano cura di me. Mi sento ancora depresso un po”, ma quando sono felice, io sono euforico, così sto cercando di bilanciare il tutto. Sto anche cercando di raggiungere la consulenza ed eventualmente farmaci per regolare alcune di quelle cose. E sto pensando di andare a vivere con mia madre di nuovo, e fare che un buon rapporto.

Penso che finché si dispone di una buona mentalità, un buon cuore, e una buona testa sulle spalle, si può fare qualsiasi cosa. Penso sempre di persone in altri luoghi del mondo e la loro situazione e di come essi non hanno nemmeno quello che ho, e sono davvero fortunato.

*Il nome è stato cambiato per proteggere la sua identità. Luogo sicuro per i Giovani ha contribuito a coordinare questa intervista. Luogo sicuro per i Giovani della missione è quello di ispirare, educare e responsabilizzare i resiliente spirito umano di giovani senzatetto, fornendo immediata e duratura soluzioni, una giovane persona alla volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *