Come ho Imparato a Essere un Buon Ventenni Migliore Amico

Leggi di Chloe precedente post qui.

Ho ottenuto il magro su Cammie e Dante la scorsa notte. Dante freddo a me per tutta la settimana, la sua irritazione su Nicole affare preso su di me per qualche ridicolo ragione. E Cammie stato evitando di me ogni volta, che, BTW, richiede sforzo serio quando viviamo nella stessa 900 metri quadrati. Ieri sera ho parcheggiato ritrovato davanti alla porta, tirò fuori il mio Kindle e si stabilì a. Non si muoveva, non prendere una pausa bagno, solo aspettato. Alle 11, ho girato tutte le luci, nel caso in cui lei stava guardando dalla strada. E, infine, alle 11:30, la porta scricchiolava aperto. Lentamente. Con cautela. Ho impostato il mio Kindle giù e guardò. Peccato non avere il popcorn.

Un piede nudo, furtivamente, poi il suo torso è apparso, con i suoi tacchi in mano, lei furtivamente nell”appartamento interrotto quando ho parlato. “Io sono.”

Ho sentito Cammie urlare per due volte in quattro anni di amicizia. Una volta è stato quando abbiamo affittato Blair Witch Project e aveva una proiezione di mezzanotte tre Halloween fa. La seconda è stata quando uno scarafaggio corse attraverso la sua caviglia quando siamo stati ad una barra di tuffo a Williamsburg. Questo urlo aveva svegliato mezzo palazzo. È stata una lunga e forte e modo eccessivo. Ho raggiunto e capovolto la luce. Il suo grido è morto. “Che cosa stai facendo qui seduti al buio?” lei rimase a bocca aperta.

“In attesa su di voi. Abbiamo bisogno di una chat.”

Ho visto il panico nei suoi occhi, come si lanciò per la cucina, per il giorno, per il bagno. Aprì la bocca, una scusa su quelle labbra.

“Con cerniera, donna. Appena mi dicono.” Ho camminato per il congelatore e tirato in porta. Afferrò la bottiglia di Patrono e la mise sul bancone. Tirato due bicchierini di fuori del piatto rack e li accanto. “Qui.”

I suoi occhi caddero a bottiglia, quindi guizzavano a destra, a mio cuscino sul pavimento e lo scarto Kindle. Spalle caduto e si lasciò andare i suoi tacchi, li poderoso, quando hanno colpito il pavimento. “L”odore di un”imboscata.”

“Accidenti a destra. Voglio che il mio migliore amico.” Ho versato ogni colpo e a cavallo di uno sgabello, spingendo la sua impazienza.

“Devo essere presto”, ha borbottò, poi gettò indietro il colpo. Ho seguito l”esempio.

“No cacciatori?” gemette, asciugandosi la bocca con il dorso della mano con un brivido.

“Parlare”. Ho ordinato, versando una seconda rotonda.

Sì, ero tutto bianco-ragazza gangster su di lei. Ma ha funzionato. Si sedette, ha bevuto, ha parlato. Il ragazzo con cui lavora. Alcuni esecutivo-tipo di cui lei ha troppo amichevole. Circa il client cena che è stata seguita da un drink al club dove hanno ballato. Dove si baciarono. Dove sono ubriacato con lo Champagne e lei lo ha riportato qui. Dove non sigillare l”affare, ma ha fatto tutto il resto. Il mio cuore è affondata più lei parlava, perché so che a lei piace di Dante. Come, davvero, piace molto di Dante. Potrebbe l”amore di lui. E lui è il miglior ragazzo che lei abbia mai datato. Concesso, è un driver non caricato con contanti, e lavora orribile ore, e lui non sarà mai annegare il suo in diamanti e vacanze. Ma il ragazzo è caldo. E dolce. E leale. Lui che cosa ha bisogno.

So che cosa dovrebbe fare, che è quello di dire a lui tutto ciò che è accaduto e con la promessa che lei non potrà mai mentire a lui di nuovo. Ma so anche, soprattutto dopo la sua reazione di Nicole, che cosa accadrà se lei viene pulita. Da Dante a piedi. Non importa se la ama o no. Posso dire, con assoluta certezza, che lui ti lascia.

Quando ha pianto, mi abbracciò. Mi abbracciò stretto e ascoltato tutto quello che aveva da dire. Ho avvolto le mie braccia intorno a lei e si chiese quante altre volte si inciampa. Quante altre volte aveva cheat. Ho passato così tante volte con lei. Ma questa è la prima volta che mi interessasse il ragazzo che ha fatto. La prima volta mi sono preoccupato per la sua relazione sui risultati. E quando ha tirato via, asciugandosi sotto i suoi occhi, il suo mascara ovunque, mi si ritrasse quando lei ha chiesto la domanda che sapevo che stava arrivando.

“Pensi che dovrei dirgli?”

Ho incontrato il suo pianto gli occhi e ha lottato con la risposta.

Lascia un commento