L’Innocente Segreto ho Cercato di Mantenere Dal Mio Ragazzo

Questo è da Lenny: il Femminismo, lo stile, la salute, la politica, l’amicizia, e tutto il resto da Lena Dunham e Jenni Konner. Come? Condividerlo con un amico.

Nell’ultima settimana di agosto, Kelly rotolò nel letto e disse: “andiamo al mare”. Era un lunedì mattina, i nostri corpi erano umidi da un opprimente ondata di calore, e la fine di Coney Island era certo di essere poco affollate. Le condizioni erano perfette per una giornata in acqua. Più ci pensava, più eccitato ha ottenuto. Abbiamo potuto ottenere cibo da Nathan, guardare la gente, e fare il bagno dove l’Atlantico tocchi di Brooklyn. “Noi non abbiamo mai fatto il bagno nell’oceano insieme,” ha detto. “Sarà una nuova prima.” Mi sorrise, annuì e cercò di ricordare dove l’avessi farcito il mio costume da bagno. Saltò fuori dal letto per vestirsi, ma rimasi lì un po ‘ di più chiedendo come o se devo dirgli che la nostra spiaggia giorno dovrebbe includere più di prima.

La prima spiaggia di Kelly e ho mai visitato insieme a Santa Monica. Questa non era una piscina di viaggio, né era un giorno di mentire dall’acqua. Era il 2013, e siamo stati a Los Angeles per il mio primo Ringraziamento con la sua famiglia. Era la mia seconda visita alla città, il primo era stato il precedente mese di agosto. Io allora aveva 26 anni e aveva i mezzi per viaggiare a ovest del Missouri, per la prima volta nella mia vita. Avevo lasciato il mio primo viaggio a sentire abbastanza “meh”, ma il secondo viaggio — il Ringraziamento di viaggio mi ha fatto credere che avrei potuto vivere lì. Il sole sembrava più caldo, la gente sembrava più interessante, e stavo cadendo in amore.

Ci siamo rimboccati le nostre jeans, si tolse le scarpe e si diresse nel Santa Monica surf. Ha tenuto la mia mano e mi raccontava tutte le avventure che ha avuto in questa spiaggia. Ho chiuso gli occhi e ho cercato di immagine.

**

La mia famiglia è composta di lavoro-classe Hoosiers; quasi tutti noi viviamo nella stessa città, e la maggior parte di noi ha paura di guidare in autostrada. Le rare volte che abbiamo viaggiato fuori di stato, è stato in roulotte sul nostro modo per riunioni di famiglia; abbiamo anche preso un viaggio a Pigeon Forge, Tennessee, e un viaggio a Disney World, quando ero un bambino.

Il giorno del Ringraziamento, ho imparato che Kelly zia, il nostro ospite, è stato un ex presidente del LACMA, e che aveva trascorso ogni estate a L. A. con lei da quando aveva 7 anni fino a 21 anni. Hanno preso barche sul Nilo insieme, guidato moto intorno a Versailles, e saltò fuori la parte posteriore di barche a vela nell’Oceano Pacifico. Improvvisamente, ero imbarazzato ad ammettere che non avevo ancora imparato a nuotare fino a quando avevo 23 anni, che non avevo mai viaggiato all’estero, che non sono nemmeno in possesso di un passaporto.

Kelly è di tre anni più giovane di me, e aveva visto il mondo in modi che potevo solo immaginare. La sua famiglia chiaramente apprezzato la voglia di viaggiare, ho vissuto, ma non avevo mai avuto la possibilità di fisicamente express. Hanno fatto preoccupare? Avevano volutamente sollevato un uomo che la priorità avventura. Pensi che vorrei trattenerlo? Avrei? Quella notte, a letto, ho sussurrato le mie insicurezze. Kelly ha detto, “non C’è niente di cui essere imbarazzati. La mia famiglia ama. E pensare a tutte le cose che si arriva a fare per la prima volta insieme.”

Non sapevo come descrivere la tristezza di sapere che sarebbe primati solo per me, non per lui, senza sembrare melodrammatico. Ho baciato lui, invece. Abbiamo cercato di non mantenere i segreti, ma non tutti i segreti sono creati uguali. Alcuni si mantengono, perché non si sa nemmeno che cos’è la verità o, come dire, non ancora. Gli altri, non importa quanto piccolo, danno la chiave per qualsiasi cosa ti lega insieme. È difficile sapere quale è che fino a dopo le maree, di conseguenza, roll in, e il segreto, inevitabilmente, il tiro è fuori.

**

Quasi due anni dopo, abbiamo farcito il suo zaino con i libri e la mia tote con una coperta in prestito dai vicini, e ci siamo fissati Coney Island. Kelly leggere sul treno, e ho scritto nel mio diario la mia riluttanza a dirgli questa piccola verità: non l’avevo mai nuotato nell’oceano. Mi era stato l’oceano prima, avevo anche messo i miei piedi nell’acqua, ma non avevo mai lavorato il coraggio di tuffarsi e nuotare. Ogni volta che ho pensato, dovrei dirgli, mi piacerebbe vederlo saltare fuori le barche di un 10-anno-vecchio, e mi piacerebbe immagine di me in una piscina al 23 imparare a galleggiare. La logica mi ha detto che non c’era motivo di vergognarsi. L’altra parte di me, fissata su quelli incompatibili immagini e di pensiero, Questo è il motivo per cui non vedrai mai il mondo insieme, e che sarà lui a essere sempre mostrato dove lui è già stato.

Non è stato fino a quando ho avuto a nudo giù per il mio costume da bagno e si fermò sul bordo dell’oceano, che ho avuto il nervoso per nuotare parte. Kelly corse in onde petto prima. Andai nella mia vita prima di borbottare, “È troppo grande. Non so cosa ho pensato che questo stava per essere come, ma l’oceano è troppo grosso cazzo. Io non posso farlo.” Kelly, ora più lontano in acqua di quanto avessi mai stato, ha chiesto a me di avvicinarsi. Infine, ho spremuto il mio, chiudi gli occhi colomba in un’onda, e lasciare boa il mio corpo in avanti. Mi sbatteva le mie braccia, calci le gambe, e, prima che io lo sapevo, ho aperto gli occhi di fronte a lui. Ha avvolto le braccia intorno a me e sorrise. Ho leccato le mie labbra salate e ha chiesto perché i miei occhi non ha fatto male. Ha detto, “Beh, non è il cloro.” Mi infilava sotto le braccia e colomba in acqua prima di un’altra onda ha colpito. Il mio corpo si sentiva leggero, potente, e come era diventato parte dell’oceano. Ogni po ‘ di insicurezza volata via. Stavo nuotando nell’oceano per la prima volta, accanto alla mia persona preferita in tutto il mondo, e non ero imbarazzato. Celebrando.

Abbiamo spruzzato in giro per un’ora. Ho imparato che se ho saltato le onde, essi non sbattere contro il mio corpo, e che, alla fine, il sale dell’acqua di bruciare i miei occhi troppo. Ho stato in pratica il galleggiante quando Kelly nuotai per me. Raccolse me tra le sue braccia e ha chiesto, “che Cosa stai sorridendo?” Mi voltai e di fronte a questo uomo che si è trasferito da Seattle a vivere con me a Brooklyn, che fa un punto a leggere tutto ciò che io abbia mai scritto, e che mi ha introdotto alla sua famiglia, l’amore della sua vita. Mi resi conto che egli non aveva mai pensato a me come qualcuno che è stato mettersi al passo con lui. Ha appena visto il suo partner. Ho tirato lui torna a riva e verso la nostra coperta. Quando ci siamo seduti, ho preso la sua mano, e un respiro profondo.

“Ho qualcosa da dirti”.

Ashley C. Ford Brooklyn basato saggista che è cresciuto in Indiana.

Lenny è un e-mail newsletter fondata da Lena Dunham e Jenni Konner, i creatori della HBO Ragazze. Iscriviti ora lennyletter.com.

Lascia un commento