La Cosa Peggiore di Essere un Telefono Sesso Operatore

La prima vera lezione di una scuola d”arte mi ha insegnato è che a volte hai solo ottenuto di pagare le bollette. A 19 anni, ho avuto poco l”esperienza del mondo reale che potrebbe aiutarmi a fare l”affitto, ma ho avuto una skill che ho scoperto di poter contare su un quasi costante di reddito. Di giorno, ho studiato il post-impressionismo ritrattistica. Di notte, ho lavorato come un telefono cellulare sesso operatore.

Le regole per fare sesso al telefono erano più complicato di quanto mi aspettassi. Mi è stato permesso di fingere di essere qualcuno o qualcosa, ma per le cose che non mi era permesso di far finta di essere, mi è stato permesso di fingere di essere una persona che finge di essere quella cosa. Confuso? Per esempio, un ragazzo potrebbe chiamare nel voler avere sesso al telefono con un barboncino. Potrei dire a lui ho potuto far finta di essere un barbone, e poteva avere sesso al telefono con una ragazza che finge di essere un barbone. Ci sono un sacco di semantica andare in emanare tabù fantasie.

La sorpresa più grande è stata che, il più delle volte, gli uomini sono solo voluto alcuni femminile-doppiato persona per ascoltare la loro presa fuori il telefono. Non volevano chat, non volevano chiedere ciò che indossavo o quanto è grande il mio tette erano, solo che mi ha voluto ascoltare venire. Avevo sempre pensato il sesso telefonico è stato di circa l”emozione di parlare sporco con uno sconosciuto, ma in realtà non è. Si tratta di una forma di esibizionismo, gli uomini che vogliono testimoni i loro orgasmi.

Il mio sesso al telefono lavoro non è mai stato un segreto. Quando ho detto ai miei genitori, che sembrava un po ” sollevato dal fatto che avevo trovato un modo per pagare le bollette. Quando ho detto al mio compagno di stanza, ha preso a seduti in sala, davanti alla mia porta con il suo ragazzo, ridacchiando alla mia metà delle conversazioni, di tanto in tanto sibilo suggerimenti attraverso la porta, quando mi si avvicinò a breve per una particolarmente strana richiesta. Ero soddisfatto di me stesso per venire con qualcosa nel mio set di abilità che è stato così divertente e mi ha dato modo di conoscere molto nella natura umana, e io non l”ho visto come una vergogna.

Stavo lavorando da casa, in pigiama, mentre si guarda la TV e mangiare pasti cucinati a casa. Sembrava un milione di volte meglio di attesa ai tavoli di un cucchiaio, fare affidamento sulle punte e si occupano in prima persona di molestie sessuali. Ho pensato che il mio lavoro è più sicuro dei miei amici cameriera di posti di lavoro, e per finire i miei piedi non ha fatto male tutto il tempo. Pensavo di avere il sistema simulato.

Ma dopo un paio di mesi, ho iniziato a sentire depresso ogni volta che mi sono collegato il mio telefono cellulare sulla rete di chiamata. Ho temuto che il telefono squilla, e sono andato a mangiare sano come ho lavorato a binging sul gelato e biscotti, fingendo di trovare sconosciuti masturbazione affascinante.

Ci è voluto molto tempo per capire cosa c”era di preoccuparsi di me, del mio lavoro, ma dopo l”ascolto di ristorazione amici si lamentano dei loro patroni, mi ha colpito. Nessuno, non è un singolo chiamante, aveva sempre detto: “Grazie.”

E nessuno di loro aveva mai detto, “Arrivederci”.

Erano così accuratamente avvolto nella loro esibizionismo, in se stessi, che potrebbe anche essere stato un pre-registrato lamenti dispositivo. E mentre non ho proprio aspettare i chiamanti cura su di me come un essere umano, notte dopo notte, riempito con decine di persone appese su di me, a metà di una frase, come se io non esiste iniziato proprio male la mia autostima e fiducia in se stessi.

Così ho smesso di fare sesso al telefono e ha ottenuto un lavoro di vendita al dettaglio, come un “normale” studente di college.

Non ho rimpianti per il mio tempo di lavoro, sesso al telefono. Mi ha insegnato l”importanza di intimità, di essere attento e presente amante. La maggior parte di tutti, mi ha insegnato l”importanza di riconoscere l”umanità delle persone intorno a te, non importa quanto inconsistente, il loro impatto sulla vostra vita. Da allora, cerco sempre di guardare le persone negli occhi, per chiamarli con il loro nome, a dire “Grazie”, e per far loro sapere che riconoscere che, se, si, siamo tutti solo facendo il nostro lavoro, siamo anche tutti gli esseri umani meritevoli di riconoscimento.

Non importa se sei chiamata a qualcuno in una caffetteria o l”ascolto di loro venire al telefono – sei una persona, e si meritano di essere trattati come uno di loro.

Lascia un commento