Perché io Uso un Falso Nome di Tutte le Mie Prime Date

Io sono su una prima data a un bar affollato, in attesa che la mia data di tornare con le nostre bevande. Quando arriva, non è il solo. Una ragazza è in piedi al suo fianco.

“E” così strano, mio cugino è qui!” Esclama, come egli si propone drink sul tavolo. “Claire, questo è Annabelle. Annabelle, Claire.”

“Piacere di conoscerti”. Io rabbrividire come io offro la mia mano. Perché, a rigor di termini, il mio nome non è Annabelle.

Per i potenziali amici e datori di lavoro, sono Anna Davies dal primo giorno, ma anche di potenziali fidanzati solo mi conoscono come Annabelle Kathryn almeno fino a data da tre. Ho iniziato a usare il nome nei miei 20 anni, quando mi sono reso conto di quante prime date sono state Googling me prima che abbiamo incontrato e dissotterrare saggi su argomenti che spaziano dall”perché amo aggancio con gli ospiti in occasione di matrimoni, ho detto a un ragazzo che è stato di trasferirsi in California solo per farlo smettere di mandare sms a me. Ero orgoglioso delle cose che avevo scritto — la storia del mio cross-country menzogna è stato pubblicato sul New York Times — ma ho anche capito che queste storie potrebbero seriamente skew come un ragazzo visto me al primo appuntamento, soprattutto se non si hanno allo stesso modo di rivelare i risultati di ricerca. Al meglio, si è presentato un irregolare campo di gioco — sapeva quasi tutto di me, mentre non sapevo quasi nulla di lui. Nella peggiore delle ipotesi, sarebbe così paura mi piacerebbe scrivere su di lui, non mi danno la possibilità.

Così ho iniziato solo di non condividere il mio nome, soprattutto con i ragazzi che ho incontrato online. E ” stato sorprendentemente facile. Io, spesso, possono passare attraverso un intero data senza neanche menzionare il mio nome. E solo nel caso in cui ha chiesto il mio indirizzo di posta elettronica, ho creato un Annabelle Kathryn gestire.

E io non sono l”unica donna che ha fatto questo. Kelly*, 32, inoltre, trovano più facile di non condividere il suo nome completo. Uno scrittore, il suo lavoro ha toccato le questioni di salute mentale all”interno della sua famiglia che lei sarebbe molto meglio spiegare nella vita reale, piuttosto che farlo leggere. E Abby, 30, non scrivere per vivere, ma preferisce ancora che un ragazzo non Google la sua prima riunione. “Tanti ragazzi sembrano essere alla ricerca per il loro tipo.” Vogliono una donna che se n”è andato per un certo college, o lavora in un “diritto” industria. E ” come se non volete vedere il vostro curriculum prima dell”incontro. Mi piace pensare che avere un po ” di mistero può effettivamente fare entrambi di conoscersi.”

Ma esperti ricercatori possono ancora trovare intel su di voi, anche se si sta cercando di mantenere il tuo ID sul DL, Cara, social media editor, quando ha ottenuto in un dibattito online su come è facile per confermare l”identità di qualcuno da un sito di dating online. La pubblicazione in un anonimo manico, Cara sfidato un altro commentatore di trovare la sua, a parlare di cose che ha fatto condividere su siti di incontri: il suo primo nome, il fatto che si copre di viaggio e di stile di vita nel suo lavoro, e che vive a New York. Pochi minuti dopo, un Tweet per il suo vero nome spuntato dal commentatore — era stato trovato.

Che è il motivo per cui datazione allenatore Courtney Crosslin, fondatore di ADateCoach.com si sente che deliberatamente nascondere la tua identità non è un meccanismo di sicurezza tecnica — e si può anche lasciare un potenziale partner di conoscere il vero te più presto piuttosto che più successivamente. Sì, basta dare il proprio nome prima riunione è intelligente da un punto di vista pratico: Dopo tutto, si sono riuniti in un estraneo, e la datazione viene sempre con qualche rischio. Ma se le cose sembrano andare per il meglio, sembra essere genuino, non c”è motivo di attivamente celare la tua identità a lungo termine.

“Fornire una parziale o con un nome diverso per una data fornisce un falso senso di sicurezza”, dice. “Il fatto è che viviamo in un mondo in cui le nostre vite sono giocato on-line. Invece di cercare di nascondere che ci sono, mi sento di consigliare i clienti a fare la dovuta diligenza, e vedere cosa viene in su nella loro ricerca di Google.” Crosslin spiega anche che, in generale, la maggior parte delle persone non vanno oltre la seconda pagina di ricerca a meno che non si sta scavando per la sporcizia. “La maggior parte dei miei clienti sanno che sono su google, e mi sento di consigliare loro di assicurarsi che essi, come le cose che si presentano nelle prime due pagine dei risultati di ricerca.”

Seguenti Crosslin i consigli, ho avuto il piacere (e sollievo) che le pagine iniziali della mia ricerca sono stati NBD — e, in realtà, si tratta di cose che mi piacerebbe essere orgogliosi di avere un ragazzo vedere prima di incontrare me. Non è pazzo di quello che viene sul vostro nome di controllare? Aggiornamento di LinkedIn e la creazione di una pagina Google+ può aiutare a seppellire qualcosa di controverso. E se la gente continua a scavare al di là di che? Crosslin dice, può essere un segno che sono quelle con problemi.

“Tutti si aspettano una certa quantità di Ricerche prima di una data, ma se a lui sta portando cose specifiche che si sa sono sepolti molto profondo, quindi, può essere un segno che ha il controllo,” dice Crosslin. “L”incontro sarà incuriosito da ciò che lui o lei trova.” E vale la pena di ricordare che si va in due modi:

Se non vuoi che lui ti giudica per il tuo tarda notte, Twitter sproloqui, non lo giudico per la sua emo Tumblr da un paio di anni fa. E per quanto riguarda me, io tornerò a introdurre me stesso come Anna. Spero solo che se la mia data dalla settimana scorsa la ricerca “Annabelle Kathryn” e si imbatte in questo articolo, che sarà lui a perdonare me. Ma siamo seri: è Stato Claire davvero il vostro cugino?

Correlati: vuoi Dare Sms per Amore?

Correlati: Sottile Occhio i Movimenti di Determinare Se È Amore o Lussuria, Nuovi Ritrovamenti di Studio

Correlati: Reinventare Me stesso Un Profilo di Dating Online in un Momento in

Una versione di questo articolo è originariamente apparso sul Elle.com.

Lascia un commento