Quello Che Ho Imparato Quando Ho Smesso Di Chiedere Scusa

“Ci è venuta una grande idea per voi,” il mio editore mi ha detto, quando ha camminato al lavoro mercoledì mattina. “Voglio smettere di scusarsi per una settimana. Si scusa per tutto”.

“Scusa,” ho detto quasi subito. “Devo proprio? Come più di altre persone? Che sta per essere davvero difficile, non so. Mi dispiace.” Sto scherzando. In realtà non rispondere così, ma sapevo che aveva ragione.

Mi scuso con il modo che ventenni, le donne sono diventate famose per scusarsi — incessantemente e inutilmente. Mi scuso con sedie quando mi imbatto in loro, per i pavimenti quando io viaggio su di loro, e per chi la deve assolutamente chiedere scusa a me quando hanno knock dentro di me, perché sono sul loro cazzo di telefoni. Appena ho chiarito con il mio editore che dice “non mi dispiace” era ancora freddo (ma “mi dispiace, non mi dispiace” non era), mi è stato pompato per provare tutto questo impenitente cosa per una settimana.

È stato difficile.

Giorno 1

Senza rendersene conto fino a quando ero a casa a letto e ricordato che avrei dovuto mantenere il mio apologetica culo, qui sono alcune delle cose che ho chiesto scusa per il mio primo giorno di non chiedere scusa:

  • Non essere in grado di inviare e-mail dal mio telefono.
  • La correzione automatica.
  • Il lavoro di qualcun altro errore.
  • Allontanarsi dal mio computer a fare la pipì.
  • Vorrei segnalare che un qualche tipo di lampadina è andato via e che dopo la marcatura giù la mia colpa, ho pensato: Wow! Come empowering è rendersi conto che io non sono affatto in colpa per una qualsiasi di queste cose! In realtà, ho pensato: non È colpa mia correzione automatica rovina tutto e che qualcuno doveva dirmi qualcosa in tre minuti ero di fare la pipì. Ho ri-iniziato il mio Jersey Shore binge-watching e disse ad alta voce: “la Puntata si sta andando ad essere dispiaciuto non andare a letto prima di domani! Ha! Sooooorrrrrry! Non mi dispiace! Ha!” Il mio fidanzato ha chiesto se ero alta.

    Giorno 2

    Ho iniziato la giornata deciso a fare uno sforzo cosciente per scusarsi di meno. Come se alla prova la mia risolvere, un buco del culo su un iDevice canna in me, sul mio cammino dei sei minuti di lavoro. “Sor— No. No!!!” Ho puntato su di lui e alzato la voce. Alzò lo sguardo, sorpreso, chiaramente non aver visto un essere umano nel suo percorso. Ci mise meno di un secondo per diagnosticare me (1) New York pazzo e/o (2) una cagna. Mi sono trovato bene con una di queste due cose. Ho continuato a camminare.

    Non mi scuso per nulla via e-mail che il giorno però ho sicuramente interferito che digitando un paio di volte. Ho fatto, però, scusa per il stagisti per andare a prendere un caffè e il pranzo, non dicendo loro che ero uscito dal mio computer a fare così (sì) e con il mio capo per chiederle di chiarire una questione aveva chiesto di me. Sapevo nel mio cuore non ho bisogno di chiedere scusa per una cosa o l”altra, ma ogni volta è scivolato fuori di me, senza pensiero.

    Perché io sono una persona che prende il suo lavoro seriamente (non mi dispiace), ho avuto modo in overanalyzing il mio 2 ° giorno di scusa. Non ho bisogno di scusarmi per il stagisti per l”assunzione di un otto minuti di pausa caffè e non anche 10 minuti per il pranzo, ho pensato alla fine della giornata, ma sempre tese a me la stessa cortesia.

    Ho appena come facilmente potrebbe aver detto, “Ehi, ragazzi, sono tornato da pranzo, dove lasciamo le cose?” invece di “Oops, mi dispiace, ragazzi, è solo bisogno di eseguire e ottenere cibo,” ma non è così. Avrei potuto altrettanto facilmente detto al mio capo, “Non si mente di elaborare su questo per me?” invece di “mi Dispiace, voglio solo per assicurarsi che ho avuto tutto il diritto,” ma non è così. Forse la “scusa” è solo un altro Millenaria “come,” mi dicevo. Forse è diventato un senza cervello cuscino parola.

    Giorno 3

    Ora che ho capito quanto mi è caduta la “scusa” in una conversazione casuale, ero determinato a capire che cazzo ho continuato a chiedere scusa. Mi sono svegliato, cuore in gola, pronto a cazzo seize the day. Prima di pensare, OK, forse lei prende il suo lavoro seriamente, (nuovo, mai mi dispiace per quello) si scopre il mio cuore era veramente, letteralmente in gola e ho dovuto andare a vedere un medico (io sto bene, s tutti voi di buon ora).

    Prima l”ho fatto, ho chiesto scusa per il mio editor per dover lasciare il lavoro in breve tempo. Mi scusai con altre persone in ufficio per chiedere loro di prendere un po ” di lentezza, perché ho dovuto lasciare. Ho chiesto scusa in anticipo per uno dei miei migliori amici che mi doveva vedere che la notte, sapendo che non avevo intenzione di essere fino a uscire più tardi. Quando ho ricevuto il tutto chiaro e non aveva nulla di cui preoccuparsi di nuovo il lavoro, ho cominciato a rendermi conto che mi sentivo in colpa. Ho potuto individuare il perché, ma ho il sospetto che il sorries aveva qualcosa a che fare con esso.

    Giorno 4

    La prospettiva è venuto il giorno 4 il modo in cui si fa di solito: molto vicino ubriaco amico mi ha detto che era ridicolo. Non avevo visto il mio amico per un po”, ma lei è il tipo che mi può andare senza vedere per mesi e mesi e non sarà strano. Anche se ancora non si sentiva grande, non ho annulla conoscere (1) vorrebbe dire un”altra cosa che mi piacerebbe inevitabilmente scusiamo per e (2) che aveva mi dicono che era assurdo.

    Sopra le polpette, le ho detto (e detto e stato detto) come mi sentivo così in colpa sia per chiedere scusa per l”assenza dal lavoro e per l”effettiva assenza dal lavoro a causa di ragioni di salute. Ho dovuto prendere giorni di malattia prima (Che non ha?) e ho senza dubbio si scusa per dover prendere, ma non mi ero mai dovuto prendere uno mentre si lavora su un progetto che mi ha spinto a ~*riflettere profondamente*~ circa la mia scelta di parole. “Perché mi sento così fottutamente male che ho chiesto scusa per lasciare il lavoro?” Ho chiesto a lei di almeno quattro volte. “Perché tu sei un uomo con una coscienza,” ha detto. “Ma la tua salute viene prima di tutto e tutto il resto viene dopo di esso, in modo da interrompere.”

    Sapevo che aveva ragione, ma ho fatto il suo ripetere se stessa. Mi sentivo male per scusarsi perché sapevo che non avrei dovuto chiedere scusa in primo luogo, ha detto. Che su questo pianeta riceve una fredda e dice: “mi dispiace germi dall”aria sta succhiando l”anima mia e che non voglio infettare e l”intero ufficio”, ha chiesto. Nessuno dice che, ha detto. Nessuno vuole giustificare la loro assenza, da deposito di qualcosa che è al di là del suo controllo su altre persone, ha detto, così ho chiesto scusa come un modo di esercitare il controllo in una situazione di merda, ha detto. Il mio amico è intelligente, specialmente con il vino.

    Mi ha dato molto da pensare. Dico “mi dispiace”, senza pensare, ma mi scuso quando mi sento in colpa. Mi sento in colpa più di quanto dovrei, ma chiedere scusa per aver la sensazione è come dire: mi dispiace 14,312 volte al giorno per nessun motivo. È difficile dire quanti di mio quotidiano “sorries” sono solo le reazioni istintive a interagire con altre persone, e come molti sfuggono perché mi sento veramente in colpa o sbagliato in qualcosa, ma parlando con il mio amico che mi ha fatto realizzare a prescindere dalla situazione, mi scuso troppo spesso.

    Giorno 5

    Ho Netflixed e solo freddo tutto il giorno. Non ci dispiace.

    Giorno 6

    Mi sentivo bene, lunedì, sia fisicamente che emotivamente. Ero pronto per iniziare la settimana, e dissi che non era a scusarsi per qualcosa o per qualcuno a meno che non ho davvero incasinato qualcosa. Buona cosa ho scelto la notte per essere un po ” di moccio al mio fidanzato.

    Michael e non ho mai combattere. Posso ricordare, in un incontro che abbiamo avuto il mio primo anno di università ed è stato davvero LOL-degna, col senno di poi. E ” sciocco e paziente quando sono sarcastico e impaziente, e la norma che annulla le cose prima non c”è motivo di combattere qualsiasi cosa. Ancora, quella notte, ha ottenuto nel letto ed era sul suo telefono per quello che sembrava per-cazzo-mai, quando ho voluto parlare con lui circa la vita o qualcosa del genere. Non è nulla di insolito, egli controlla il suo telefono prima di andare a letto, come ogni persona sul pianeta.

    Ma per qualsiasi motivo, ho scelto la notte per ottenere su di lui: “io davvero odio quando tu non mi parli, quando siamo a letto. Come, non ho parlato con voi tutto il giorno e ora abbiamo finalmente avuto il tempo insieme e voglio parlare a voi e a tutti si preoccupano di sport tweet. Vedete quanto è che è fastidioso? Si può, come, parlare con me?”

    Tizio è un medico. Era appena arrivato a casa da un turno di 12 ore di letteralmente salvare le vite dei bambini e mi ha detto: “a volte Si dimentica che non tutti passano 10 ore al giorno su Internet per lavoro. Non ho idea di quello che è successo nel mondo di oggi, posso avere un secondo?” Poi ha girato e continua a sport tweet.

    Ho iniziato a venire con ragioni di difesa, perché il mio lavoro è altrettanto importante come il suo, ma ho capito che lui non era solo di non prendere un colpo al mio lavoro (che Lui ama quello che faccio!), ma anche che egli è giusto e questo è stato muto. Ho detto che mi dispiace e che ho amato di lui, e ci siamo baciati e siamo andati a dormire.

    Non mi sento male che uno a tutti.

    Giorno 7

    Per essere onesti, non ho davvero tenere traccia dell”ultimo giorno. Sono sicuro che ho chiesto scusa per starnuti o qualcosa di ridicolo, ma non ho davvero cura. C”è una differenza tra il dire “mi dispiace” e “mi dispiace,” ho capito. Il primo significa merda. Il secondo non.

    Era quasi stupido a contare i “sorries” perché “mi dispiace” è un ventenne tick, un pezzo universale della parola di vomito. Si continua a venire fuori di noi — da un rapido sondaggio di questo ufficio, 7 persone su 10 hanno dichiarato di dire “mi dispiace” più di quello che può contare anche in un giorno — e non significa nulla, fino a quando c”è qualcosa di più sostanziale. Dire “mi dispiace” è come vere e vomito. Non dovrebbe accadere, a meno che non sia assolutamente necessario, ma quando lo fa, è il modo del vostro corpo di provare a dire qualcosa.

    Non mi sento così male come ho fatto più parlare di tutte le volte che ho detto “scusa” la scorsa settimana. Io di certo non mi sento male per quello (forse 1.5) tempo(s) ho legittimamente chiesto scusa.

    Che legittima la scusa è stata, se non ti piace il vomito metafora, il mio unico Instagram degno di selfie in una maratona selfie sessione. Non si pensi a quante foto si sta prendendo mentre siete nel calore del momento, e si sa che quando si tratta di scegliere come si desidera presentare te stesso al mondo, si sta andando a conte. Questo non significa che la 328 selfies sul mio rullino non sono una buona rappresentazione di me — sono molto di me, come il mio Insta piacerebbe selfie. Significa solo ora so che le foto, la sorries, vale la pena passare il tempo.

    Vorrei poter dire che mi dispiace, ma, mi dispiace, io non sono.

    Lascia un commento