Quindi, posso scendere a Pensieri di Mio Super

Leggi di Chloe precedente post qui.

C9.

C9.

C9.

Ho detto che Carter vive in C9? Egli fa. Non che il pensiero ha attraversato la mia mente. Sono convinto che l”unica ragione per cui sto pensando è perché ho agito come un idiota l”altra notte. Ero solo sorpreso. Voglio dire, è un tipo di manutenzione. Quello in Cammie edificio non può cambiare una lampadina senza graffiare il suo culo e eruttazione. Ecco come si suppone di essere. Non è sexy, non è allettante, e il def non databile. Carter non databile. Che è quello che continuo a ricordare a me stesso. Il mio obiettivo nella vita è quello di tornare al mio vecchio stile di vita. Per spostarsi in alto, nel mio lavoro, nel mio appartamento, nel mio conto in banca. L”ultima cosa di cui ho bisogno è un marito che devo sostenere. E che il fine ultimo obiettivo, giusto? Per trovare Quello di vivere per sempre e in eterno? Questo è il mio obiettivo, comunque. Per trovare il mio match. E la datazione di un blu collare ragazzo semplicemente non si adatta il piano. Incontri porta a cadere in amore. L”innamoramento porta alla terribile decisione. Quindi … sì. Nessun Carter per me.

Ma questo non mi ha fermato dall”immaginare la cosa ifs. Soprattutto in momenti come adesso, quando sono da sola nel letto, il mio corpo bisognosi, le mie mani erranti, il fresco delle lenzuola sensuale nel loro pennello contro la mia pelle. Che se lui piacerebbe tornare a casa dopo Whiskey Tango e bussò alla mia porta? Che cosa se fossi stato come questo, a letto, in attesa? Cosa fare se…

Un leggero bussare, così tranquilla che ho quasi perso. Mi rotolo fuori dal letto e stare al buio. Attendere. Si tratta di nuovo e mi muovo verso la porta. Uno sguardo all”orologio sulla mia strada. 2:14 ore

Io rompere la porta, la catena di sicurezza. Vedere il suo volto, la sua mano piatta contro la porta, i suoi occhi si muovono al mio, e mi raggiunge e annulla la catena. Swing la porta aperta e guardare i suoi occhi drop per la mia canotta. Un lento sorriso attraversa il suo volto. “Ciao,” mormora, un passo in avanti attraverso la porta aperta, i palmi delle mani al caldo quando si fa scorrere sotto i miei top e mi spinge delicatamente la cucina del muro, il suo piede a calci la porta chiusa. Alzo il mio viso al suo e perdere il mio respiro quando le sue mani si muovono più, fino al mio stomaco, le sue dita curvando dolcemente sopra il turno del mio seno. Si ferma un istante, i suoi occhi di chiusura come lui tazze miei seni. “Dio, Chloe.” Egli geme il mio nome come un sussurro, poi apre gli occhi e abbassa la testa, la sua bocca morbida come non incontra il mio.

Mi tira a sua camicia come il suo bacio si approfondisce, le sue mani di rotolamento, le nocche che sfiora i miei capezzoli, la pelle si doloranti, ogni movimento delle sue mani terribilmente perfetto.

“Camera da letto”, mi gasp.

“No. Qui”. Lui si stacca dalla mia bocca e cade in ginocchio, guardando verso di me come spinge il mio orlo. “Io non mi muovo da questo punto fino a che non ho.” Raggiungere e afferrare il muro per l”equilibrio, il mio palmo piatto contro la superficie, le mie ginocchia instabilità leggermente. L”aria fredda colpisce il mio culo nudo, polpacci, si sussurra sulle mie ginocchia e quando le sue mani spingere le mie gambe divaricate — aria ruba e tra le mie cosce. Io guardo in giù e guardare, guardare, festeggiare, mentre corre entrambe le mani all”interno delle mie gambe, passato le mie ginocchia e continua superiore, le sue dita si muovono lentamente, ogni cifra di un singolo centro del piacere, il momento in cui si incontrano in cima provocando un gemito morbido per lasciare la mia bocca. Egli guarda verso di me, i nostri occhi che si incontrano, e spinge delicatamente un dito dentro, i suoi occhi oscuramento allo stesso momento che io grido il suo nome.

Oh mio dio. Ho bisogno di questo così male, ogni pezzo di me, incentrato sul talento movimento delle sue dita, prima solo uno, scivolare dentro e fuori di me, il suo pollice dare una carezza sul mio clitoride come il suo dito indice mi tormenta nel modo più dolce possibile.

Le mie dita premere contro il muro come faccio fatica a stare, di lotta, di respiro, di lotta, di essere solo … quindi tutte le lotte esplodere in un lungo, bellissimo momento di assoluta orgasmica perfezione come ho gasp suo nome e sciogliere contro la sua mano.

Non mi vergogno a dire che ho urlato il suo nome e le mie gambe scosse nella prossima settimana, le mie dita che volano sopra la mia clitoride come ho pensato di Carter. Pensato che splendido volto, quelle mani forti, l”espressione sul suo volto, come mi ha visto venire.

C9. È un piano e tre porte di distanza. Non so per quanto tempo posso combattere contro di essa. Giuro suo maledetto appartamento è chiamare il mio nome.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *